Daniele D'Ambrosio PH

Book Fotografico

Febbraio 18, 2021

IL Carmine

Chiesa 1732/2009

IL Carmine




“O Maria, Madre e decoro del Carmelo, a te consacro oggi la mia vita…”

Maria è la regina inconfutabile di questo incantevole luogo…anche tra le macerie la senti ancora venerata, ancora rispettata…ancora amata!

Luoghi così, cari alla devozione popolare sembrano non dover mai subire distruzione, né essere soggetti a catastrofi naturali o cadere nell’incuria e nell’abbandono collettivo…sembrano dover vivere per sempre.

Varcando la soglia ti aspetti di trovare uno splendore antico.

 Vedere, invece, la distruzione, le macerie, la devastazione che il sisma,  in quel triste 2009  ha provocato,  ti fa male al cuore…ti toglie il respiro…ti affligge l’anima!

Questa splendida chiesa, nello specifico, è stata sempre considerata un  rifugio sicuro ed incrollabile per tutta la comunità… incrollabile come la fede e la religiosità che hanno spinto i frati Carmelitani ad edificarla nel 1732 sui resti di una precedente chiesa del XV sec.

Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara

E tu, entrando, vuoi ancora immaginarla così com’era nei periodi di grande splendore con i suoi stucchi, i suoi pulpiti a balcone, le sue pale d’altare settecentesche, quando numerosi fedeli ne varcavano la sontuosa porta per affidare i loro cuori alla Madre caritatevole che li accoglie.

I calcinacci e le vistose crepe non riescono ad annebbiare il tuo sguardo.

Riesci ancora  a percepire il bello che in questo santo luogo abbonda e che, silente aspetta soccorso.

Lì in bella mostra la preziosa campana fusa ad Agnone nel 1930,  riporta alla mente i dolci rintocchi che si estendevano nell’aria a richiamare il popolo per le celebrazioni.

Ti sposti con cautela tra i banchi ormai ricoperti di polvere ed ecco ad accoglierti l’effige della Madonna delle Grazie,  che con il suo mantello ti offre protezione…e allora ti senti in pace…riesci a respirare santità anche tra il disfacimento che ti circonda.

E’ stata viva questa chiesa…tu lo sai!

Le sedie… gli avvisi scritti con bella calligrafia… gli oggetti sacri, ne sono la prova.

I bei confessionali lignei sono ancora lì a testimoniare la religiosità del penitente che cerca salvezza e consolazione alle sue fragilità.

Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara Chiesa abbandonata Pescara

E’ ancora viva questa chiesa  nel cuore di chi l’ha frequentata e vissuta…

Lei è lì, ancora imponente anche se ferita, pronta sempre ad accogliere lo sguardo nostalgico e dolce di chi non riesce a rassegnarsi al suo tragico destino…




Foto: Daniele D'Ambrosio

Testo: Silvia Cancelli